Economia e Imprese - 13/03/2009 17:41

Prima variazione del bilancio regionale: disco verde con osservazioni

Parere espresso all’unanimità in commissione Controllo, variazioni per 24 milioni di euro. Richiesti maggiori strumenti per il pieno esercizio delle funzioni. Patrimonio: Federico Gelli sarà chiamato in commissione. Richiesta all’Irpet ricerca sui titoli derivati nelle p.a. toscane

Firenze – La commissione di Controllo del Consiglio regionale ha espresso all’unanimità, nella seduta di ieri pomeriggio, venerdì 13 marzo, parere favorevole sulla proposta di legge recante la prima variazione al bilancio di previsione 2009 e al bilancio pluriennale 2009/2011.
 
Si tratta di interventi per complessivi 24 milioni di euro.
La commissione Controllo, presieduta da Marco Cellai (An-Pdl), trasmetterà le proprie osservazioni, che determinano il parere favorevole, alla commissione Affari istituzionali.
Le osservazioni riguardano la coerenza della pdl con gli atti di programmazione generale della Regione.
 
È stato l’assessore regionale al bilancio, Giuseppe Bertolucci, con il direttore generale del settore bilancio e finanze Alessandro Cavalieri, ad illustrare l’entità e l’articolazione della variazione al bilancio, operata “principalmente per rispondere a precise indicazioni del Consiglio regionale”.
 
Le voci principali: 4,6 milioni di euro per incentivi alle imprese per accesso al credito; 5 milioni di euro a sostegno di chi perde il lavoro e non è coperto da ammortizzatori sociali e di chi si trova in difficoltà nel pagamento dei mutui prima casa; 6,1 milioni di euro per la la ricapitalizzazione di Fidi Toscana e la sua trasformazione in banca di garanzia; 5 milioni per la precostituzione di un fondo per far fronte ad eventi calamitosi; 600 mila euro per il fondo di solidarietà per famiglie delle vittime sul lavoro.
Ai 24 milioni si aggiungono 51,5 milioni di storni di natura tecnica (principalmente accorpamenti), per un totale complessivo di oltre 75 milioni di euro. La risorse necessarie alla copertura − circa 11 milioni di euro − saranno attinte dal fondo di riserva della Regione, “con la certezza di ricostituire il fondo attraverso l’accertamento di maggiori crediti nei confronti dello Stato”.
 
In sede di valutazione, la commissione Controllo su proposta del presidente ha rilevato “l’indispensabilità dell’assegnazione a pieno titolo dell’esame di merito delle proposte di leggi finanziarie regionali”, essendosi trovata ancora una volta di fronte alla difficoltà di valutare “con sufficiente cognizione di merito”, la congruità della variazione di bilancio con la programmazione regionale “senza la possibilità di intervenire nel merito delle variazioni alla legge finanziaria”.
L’assessore Bertolucci, che nel corso dell’illustrazione ha richiamato più volte la pdl finanziaria regionale, ha confermato la massima disponibilità da parte della Giunta.
 
Nella stessa seduta, la commissione ha dato mandato al presidente Cellai di richiedere formalmente un incontro al vicepresidente della Giunta, Federico Gelli e all’assessore Bertolucci, in merito ai compiti e alle funzioni della commissione Controllo sulla gestione del patrimonio regionale. Questo in seguito all’intervento svolto in Aula dallo stesso Gelli sulla relazione di merito illustrata dal presidente della commissione Controllo.
 
La commissione, infine, chiederà a Irpet una ricerca dettagliata e aggiornata sul credito degli enti locali in Toscana, con particolare riferimento all’utilizzo di titoli derivati da parte delle pubbliche amministrazioni, a cominciare dalla Regione, con Province e Comuni.