Sanità e Sicurezza sociale - 23/10/2008 11:55

La legge sulle Società della salute e sui criteri di nomina più trasparenti

Le Società della salute (Sds), dopo la sperimentazione, diventano una realtà definitiva e assumono il ruolo di cardine del servizio sociosanitario sul territorio.
 
A prevederlo è la nuova proposta di legge che è stata approvata a maggioranza in Consiglio regionale (approvati anche i numerosi allegati).
La proposta di legge modifica l’esistente legge 40 (LR n. 40 del 24 febbraio 2005) sulla disciplina del servizio sanitario introducendo numerose novità.
Uno dei punti chiave è rappresentato dal nuovo ruolo delle Sds, la cui funzione è stata ampliata e rafforzata anche in seguito all’accoglimento di alcuni emendamenti presentati durante la discussione in Commissione. Le Sds diventano insieme ai Comuni il fondamento della gestione territoriale della sanità, sempre più legata agli stili di vita che determinano la salute, e che si costruisce sulla domanda dei cittadini.

Il provvedimento approvato dal Consiglio regionale prevede anche un percorso di piena trasparenza per la nomina dei direttori generali e dei primari in Toscana.
Per la nomina delle maggiori cariche in sanità si ricorrerà d’ora in avanti ad elenchi, nei quali ogni anno tutti gli interessati potranno presentare il proprio curriculum.
Sarà nominata una Commissione, i cui componenti saranno scelti anche tramite sorteggio, che valuterà e metterà a confronto i vari titoli.
 
Leggi il commento del presidente della commissione Sanità
Leggi il commento del vicepresidente della commisisone Sanità
Vai al voto e alle posizioni espresse in Aula