Politica e Istituzioni - 26/01/2009 12:02

Normativa elettorale: tra due settimane le prime proposte di confronto

Definiti tempi e metodi di lavoro, la commissione speciale ha concluso il primo giro di consultazioni per permettere ai gruppi di evidenziare “i punti fondamentali” del nuovo impianto

Firenze - Lavoro spedito e tempi serrati per definire metodi e merito delle proposte concrete sulle quali i gruppi saranno chiamati a confrontarsi, di qui a quindici, massimo venti giorni.
La commissione speciale per la Normativa elettorale, presieduta da Fabrizio Mattei, ha concluso oggi la prima fase di lavoro: acquisite fin da subito come materiale istruttorio le proposte che già erano state presentate nel tempo agli atti del Consiglio, l’organismo ha chiuso il giro di consultazioni tra i gruppi. Un confronto che ha messo sul tappeto i “punti fondamentali” secondo ciascuno, la “cornice” entro la quale intervenire anche sulle ulteriori questioni “di sistema” legate alla definizione del meccanismo elettorale (numero dei consiglieri, status assessori, interpretazione dei criteri di rapprentatività, eventuali soglie di sbarramento etc).
La Commissione, secondo le tappe definite dall’ufficio di presidenza - con Mattei anche i due vicepresidenti, Alberto Magnolfi e Mario Lupi, e il segretario Roberto Bendetti -, ha già dato mandato agli uffici tecnici di stendere una o più proposte che raccolgano le opinioni espresse. Di qui a venti giorni sarà avviato il confronto che tenterà di trovare una condivisione più ampia possibile su uno o più articolati di proposte di legge.