Politica e Istituzioni - 05/02/2016 17:12

Città Metropolitana: definiti primi appuntamenti

Insediato questa mattina l’Organismo che si occuperà delle politiche sull’area centrale della Toscana. Il presidente Giani: “Per prima cosa l’audizione con gli organi della Città metropolitana”

Firenze – E’ un’agenda fitta di temi e di rapporti, quella che attende l’Osservatorio sulla Città Metropolitana, organismo insediato stamani dal presidente Eugenio Giani e di cui fanno parte i consiglieri regionali eletti nelle circoscrizioni di Firenze (Firenze 1, Firenze 2, Firenze 3, Firenze 4), ovvero Elisabetta Meucci, Enrico Sostegni, Monia Monni, Paolo Bambagioni, Fiammetta Capirossi, Serena Spinelli, Marco Stella, Andrea Quartini, Jacopo Alberti, Paolo Sarti, Giovanni Donzelli. Oltre a Tommaso Fattori, scattato nel seggio consiliare in quanto candidato presidente.
Come chiarito dallo stesso Giani l’Osservatorio ambisce a diventare “cervello pensante” nei processi istituzionali e negli indirizzi politici che riguardano la Città Metropolitana di Firenze, “che ha una sua specificità”.
Sul tavolo, nello spartito tracciato dallo stesso presidente, un primo profilo di ordinamento generale (anche costituzionale), che riceverà un impulso fondamentale 15 del mese, a Roma, con la riunione di tutti i presidenti dei consigli regionali. “Cominceremo ad acquisire una serie di materiali sui quali stanno già lavorando al Senato”, spiega Giani, e che riguardano “volto e vita delle città metropolitane”, nell’assetto costituzionale senza le province e nei rapporti con le Regioni che uscirà dal referendum confermativo di ottobre.
Poi c’è il profilo di “specificità istituzionale”, che riguarda “che succede alla Città metropolitana di Firenze con il trasferimento delle competenze alla Regione”. Il passaggio investe anche “il punto sulle leggi regionali che si approvano per iniziativa della Giunta”. Il Consiglio regionale, in sostanza, deve attivarsi nei rapporti con la Città Metropolitana e con i Comuni interessati anche con riferimento al lavoro portato avanti dalla Giunta per esempio per il comparto del trasferimento delle competenze e del personale. Giani ha annunciato sul punto il primo appuntamento del neo insediato Osservatorio: “Convocheremo gli organi della città metropolitana di Firenze”.
Il terzo profilo è “sostanziale” e investe “gli interventi che necessitano, le priorità” della Città Metropolitana di Firenze. Sono i temi aperti e attualissimi -tutti - che sono stati richiamati dagli interventi dei consiglieri intervenuti: Titta Meucci, Bugliani, Spinelli, Capirossi e Quartini. Da tutti il ringraziamento per l’attivazione dell’Osservatorio con un primo, argomentato rinvio alle principali questioni di politica territoriale e di sviluppo (trasporti, nuova maxi Asl, servizi) che interessano i territori. La seconda riunione dell’Osservatorio, ha annunciato Giani, sarà proprio “per focalizzare i temi concreti”.