Cultura, Istruzione e Ricerca - 28/01/2016 18:27

Libri: le “parole non dette” di Minniti

Presentato a palazzo Panciatichi il libro di Maurizio Minniti, una storia di verità rilette a distanza di anni

Firenze – “Ulteriore tappa della saggistica, di assoluta qualità e capacità divulgativa del fiorentino Maurizio Minniti, che propone un libro dalle riflessioni esistenziali. Un libro che rende complici tutti coloro che sono catturati in una intensa e coinvolgente lettura”. Così il presidente del Consiglio regionale, Eugenio Giani, intervenendo alla presentazione del libro di Minniti “Parole non dette” (Ibiskos Editrice Risolo), in sala Affreschi di palazzo Panciatichi. “Tra i monumenti di Firenze e i suoi percorsi quotidiani, il testo conferma Minniti tra gli scrittori toscani ai quali possiamo augurare, con cognizione di causa, un brillante futuro – ha concluso il presidente – rinnovando una vena letteraria che ha caratterizzato la nostra realtà territoriale”.
Come scrive lo stesso autore nell’introduzione del testo: “C’è un giorno per tutti nel quale ci si sente liberi e in pace con se stessi. In quel giorno può accadere di tutto e tutto diventa accettabile, anche il silenzio, la solitudine, la morte. La vita, secondo me, è un libro. Scopriremo il finale soltanto quando l’avremo vissuta interamente. Questa è una storia nata da verità rilette dopo tanti anni. Alcune chiariscono dubbi e incomprensioni, altre rimangono in sospeso per volontà di chi le ha vissute”.
Alla presentazione del libro, insieme al presidente Giani e all’autore, è intervenuta Ilaria Minghetti, saggista e critico letterario.