Fondazione mps.jpg
Politica e Istituzioni - 28/01/2016 18:02

Mps: Giannarelli, prendo atto richiesta rettifica di Clarich

Il presidente della commissione d’inchiesta interviene sulle dichiarazioni diffuse al termine dell’audizione di ieri con il presidente della Fondazione Mps

Firenze - “Prendo atto di aver interpretato male le parole di Clarich. Per tono e termini avevano dato l’impressione di dare un piccolo segnale di redenzione per un contesto che quindi, secondo l’attuale presidente della Fondazione, era a favore e perciò corresponsabile morale dalla fallimentare operazione Antonveneta posta in essere dal management di Banca Mps”. Lo dichiara il presidente della commissione d’inchiesta regionale su Monte dei Paschi di Siena e rapporti con Regione Toscana, Giacomo Giannarelli (M5s).
Giannarelli interviene sulle dichiarazioni rilasciate ieri, mercoledì 27 gennaio, al termine dell’audizione del presidente Marcello Clarich, sulle quali la Fondazione ha chiesto una rettifica. Il presidente della commissione d’inchiesta aveva infatti commentato: “Mi ha molto colpito la dichiarazione di Clarich sull’acquisizione di Antonveneta. Ha sostenuto che, se ci fosse stato un referendum tra la gente, una maggioranza bulgara avrebbe detto: no”. La Fondazione precisa invece che il presidente Clarich ha dichiarato “l’esatto contrario, e cioè che se ci fosse stato un referendum tra la gente, oltre il 90 per cento avrebbe detto sì”.