maraini.jpg
Cultura, Istruzione e Ricerca - 27/01/2016 18:25

Dacia Maraini: Giani, grazie ad una concittadina cosmopolita e contemporanea

Presentato a Fiesole il repertorio bibliografico, pubblicato dal Consiglio regionale

Firenze – “Una cittadina del mondo, una donna che ha respirato fin da piccola diverse culture, una scrittrice che ha saputo regalarci racconti struggenti, storie appassionate e lontane; ma anche una nostra concittadina, nata sulle colline a pochi minuti da Firenze”. Così il presidente del Consiglio Eugenio Giani, in occasione della presentazione a Fiesole - presso la sala del Basolato del palazzo comunale – del libro “Dacia Maraini: bibliografia delle opere e della critica (1953-2014)” a cura di Federica Depaolis e Walter Scancarello. “Un volume che il Consiglio regionale ha pubblicato con orgoglio – ha continuato Giani – per dire grazie ad una concittadina cosmopolita e contemporanea, con radici nella nostra terra e sguardo aperto sul mondo”.
Il repertorio raccoglie i riferimenti bibliografici di oltre sessanta anni di attività letteraria e giornalistica, interventi e articoli della scrittrice, dal primo racconto uscito a Palermo sulla rivista “Il Garibaldi” fino al 2014. La bibliografia include i contributi critici sull’opera e la vita dell’autrice usciti in monografico, in singoli studi e su riviste e giornali italiani e stranieri. “Un volume importante, una ricognizione bibliografica che ci arricchisce – ha concluso il presidente – una fonte preziosa per studiosi e appassionati, ma anche uno strumento per rendere l’opera e la vicenda umana di Dacia Maraini ancora più familiari”.
Dacia Maraini nasce a Fiesole, ma si trasferisce piccolissima in Giappone con la famiglia per seguire il padre. Lì vengono internati in un campo di concentramento, per non aver aderito alla Repubblica di Salò. Quando torna in Italia si stabilisce inizialmente in Sicilia per poi trasferirsi a Roma, dove inizia la sua carriera letteraria.
Dacia Maraini, una delle scrittrici italiane più amate e lette al mondo, ritorna nella sua città natale per un viaggio attraverso le opere di una vita.
All’iniziativa a Fiesole – ospite d’eccezione la scrittrice Maraini – sono intervenuti il sindaco di Fiesole Anna Ravoni, l’assessore alla cultura Barbara Casalini, Franco Contorbia, lo scrittore e biografo Paolo Di Paolo, Laura Montanari ed il critico letterario Eugenio Murrali.