parlamento studenti.
Politica e Istituzioni - 04/12/2015 16:22

Parlamento degli studenti: Bernard Dika di Pistoia è il nuovo presidente

 Maddalena Cappelli di Lucca e Lorenzo Davini di Pisa sono i due vicepresidenti. La seduta di insediamento per la legislatura 2015-2017 nell’aula consiliare di Palazzo Panciatichi

Firenze – “Abbiamo bisogno di voi, del vostro entusiasmo, delle vostre idee, delle vostre critiche”. Così Paolo Becattini, il responsabile dell’Ufficio di Gabinetto del presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani, ha salutato i ragazzi del Parlamento degli studenti riuniti nell’aula consiliare di Palazzo Panciatichi per la seduta di insediamento.
Becattini ha portato i saluti di Giani, ricordando che “il presidente ha in grande considerazione il vostro ruolo, tanto da non aver delegato a nessuno il compito di accompagnare i vostri lavori”. “Ha intenzione – ha detto – di seguirvi personalmente. E sono sicuro che il vostro contributo sarà importante, importante il lavoro che potremo svolgere insieme, in un momento peraltro in cui ai Consigli regionali viene affidato un ruolo sempre più significativo”.
All’ordine del giorno della seduta l’elezione del presidente e dei dieci componenti dell’Ufficio di presidenza, tra i quali vengono individuati i due vicepresidenti. Al termine delle votazioni è risultato eletto presidente Bernard Dika del liceo Niccolò Forteguerri di Pistoia. I due vicepresidenti sono Maddalena Cappelli dell’istituto Machiavelli di Lucca e Lorenzo Davini dell’istituto Giuseppe Bonamici di Pisa. Ecco gli altri componenti dell’ufficio di presidenza: Matteo Chiappini (Ar),  Camilla Ammannati (Fi), Celine Gherardini (Gr), Martina Chiarugi (Li), Francesco  Romei (Mc), Alessio Goricchi (Po), Costanzo Strumenti (Pt), Eva Romagnoli (Si).
Alle elezioni è seguita l’illustrazione e la discussione del programma di legislatura 2015-2017, con una relazione sui lavori svolti al seminario preparatorio di Montecatini.
Il Parlamento è un organo rappresentativo degli studenti dell’ultimo triennio degli istituti secondari di secondo grado della Toscana. Indipendente da qualsiasi formazione politica, dura in carica due anni ed è composto da sessanta studenti: cinquanta eletti nelle scuole, dieci nominati dalle consulte provinciali. Tra le sue finalità, la promozione della partecipazione dei giovani all’attività istituzionale e amministrativa del Consiglio regionale della Toscana, come strumento di formazione alle regole del confronto democratico.