saharawi.jpg
Varie - 29/10/2015 17:45

Aiccre: quaranta Comuni toscani per i Saharawi

Domani e sabato a Piombino e Castiglioncello la IV conferenza internazionale delle città gemellate col popolo Saharawi organizzata dalla Federazione toscana dell’Associazione italiana per il consiglio dei comuni e delle regioni d’Europa. I quaranta Comuni della nostra regione confermeranno il Patto di amicizia con il popolo Saharawi

Firenze – La Toscana conferma il patto di amicizia con il popolo Saharawi. Domani, venerdì 30 e sabato 31 ottobre, a Piombino e a Castiglioncello si terrà per iniziativa dell’Associazione Italiana per il Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa (Aiccre) la “IV Conferenza internazionale delle città gemellate con il Popolo Saharawi”. Quaranta Comuni toscani riconfermeranno il Patto di Amicizia con il Popolo della repubblica Saharawi.
Il Popolo Sahariano vive nel deserto in tendopoli in attesa di potere votare per la propria indipendenza dal Marocco come stabilito dall’Onu nel 1991. Senza il referendum è negato il diritto all’autodeterminazione del Popolo del Sahara Occidentale.
I Comuni toscani durante le vacanze ospitano tradizionalmente i giovani di questo popolo nella nostra terra. Introdurranno l’incontro un messaggio di saluto del presidente del Consiglio regionale della Toscana e presidente della Federazione toscana dell’Aiccre, Eugenio Giani, il Sindaco del Comune di Rosignano Marittimo, Alessandro Franchi, il governatore della Wilaya di Auserd, Salec Baba, e Patrizia Dini, segretario della Federazione Toscana dell’Aiccre.