coverciano_campo.jpg
Turismo e Sport - 29/10/2015 15:23

Calcio e solidarietà: partita a Coverciano per istruzione e formazione dei bambini

In campo, carabinieri contro esponenti politici fiorentini, sabato 31 ottobre alle 10.30. Marco Stella: “Iniziativa nata dalla volontà di Marco Laschi, che ha subito un grave incidente stradale”

Firenze – Carabinieri contro politici fiorentini scendono in campo, in aiuto dei bambini che vivono nei paesi più poveri del pianeta.
Sabato 31 ottobre fischio d’inizio alle 10.30 sul campo numero 5 del centro tecnico federale di Coverciano dove si gioca una partita di calcio per raccogliere fondi a sostegno della fondazione A.I.V.O, una onlus nata da un mese e mezzo che ha l’obiettivo di portare scolarizzazione e formazione professionale a giovani che vivono nelle aree più degradate del mondo. Alla squadra vincitrice andrà il trofeo realizzato dallo scultore Enzo Pazzagli.
“Questa iniziativa – ha detto il vicepresidente del Consiglio regionale Marco Stella - nasce dalla volontà di un carissimo amico, Marco Laschi, che ha subito un grave incidente stradale nel quale ha perso una gamba ma non si è arreso. Per me e per tanti amici è diventato un esempio di coraggio e di come anche nella difficoltà non ci si debba abbattere ma anzi, lottare più di prima”.
L’iniziativa è stata presentata questa mattina, a palazzo Panciatichi, in conferenza stampa. Hanno partecipato il padre di Marco, Massimo Laschi, coordinatore e organizzatore dell’evento, Claudio Scuriatti e il presidente dell’associazione Vincenzo Ingarao. Ingarao ha parlato delle finalità della onlus che vuol portare “cultura, educazione, pace, rispetto ambientale, scolarizzazione e avvio al lavoro nelle aree disagiate del mondo”.