mobilità ciclabile.jpg
Trasporti e Infrastrutture - 07/10/2015 13:09

Mobilità ciclabile: Bugli, fondi a progetti di qualità

L’assessore al Bilancio risponde ad un’interrogazione dei consiglieri della Lega Borghi, Montemagni e Vescovi

Firenze –“La selezione dei progetti riguardanti la mobilità ciclabile urbana è avvenuta sulla base di criteri di qualità dell’intervento proposto, di coerenza con la pianificazione della mobilità sostenibile, sul livello di cofinanziamento richiesto e sulla multisettorialità delle azioni proposte”. Così l’assessore al Bilancio Vittorio Bugli, rispondendo ad un’interrogazione dei consiglieri della Lega Claudio Borghi, Elisa Montemagni e Manuel Vescovi in merito all’entità dei fondi stanziati dalla Regione per lo studio e la realizzazione di progetti di mobilità ciclabile.

Bugli ha anche rilevato come per la “natura di interventi complessi, i progetti oggetto di finanziamento spesso riguardano anche azioni accessorie e complementari alla semplice realizzazione di una pista ciclabile, che servono per inserire l’opera all’interno di contesti urbani o infrastrutturali spesso delicati da un punto di vista di sicurezza, rispetto dei valori storici e ambientali”.

Per quanto attiene ai progetti di pista ciclabile in “ambiti fluviali”, Bugli ha sottolineato come “devono tener conto, sia nella fase di relazione che di approvazione, delle normative attualmente vigenti in materia di sicurezza idraulica”. “La Regione – ha aggiunto – ha redatto e recentemente approvato indirizzi tecnici a tal riguardo, condivisi con le autorità idrauliche preposte, con le sovrintendenze e gli uffici regionali interessati”.

La consigliera Elisa Montemagni, nel ringraziare l’assessore delle risposte fornite, ha ricordato le “perplessità” e le “preoccupazioni in termini di sicurezza” da cui evidentemente è scaturita l’interrogazione.