anas.jpg
Trasporti e Infrastrutture - 07/10/2015 13:05

Inchiesta vertici Anas: passa all’unanimità mozione Lega Nord

L’atto chiede impegni per censimento opere realizzate, in fase di realizzazione ed elenco aziende coinvolte. Chiesta anche relazione su eventuali compartecipazioni della Regione al finanziamento delle opere

Firenze –Un “censimento delle opere realizzate sul sistema viario della Toscana da Anas Spa o comunque di quelle che abbiano visto il coinvolgimento del gestore della rete stradale e autostradale nella fase di realizzazione”. Una “rilevazione delle opere ancora in fase di realizzazione, l’elenco delle aziende, comprensivo di ragione sociale e sede fiscale, che hanno realizzato o stiano realizzando lavori” e una “relazione circa eventuali compartecipazioni della Regione al finanziamento di opere, con indicazione del tipo di intervento e misura di interesse”. Questi alcuni dei dispositivi contenuti in una mozione presentata dalla Lega Nord in Consiglio regionale, primo firmatario il portavoce dell’opposizione Claudio Borghi, votata all’unanimità dall’Aula.

L’atto impegna inoltre la Giunta a “verificare, dandone puntuale informazione al Consiglio, se e quali interventi sul sistema viario regionale siano stati affidati, in qualità di titolare d’azienda, all’imprenditore Francesco Mele”, il cui nome è comparso su testate giornalistiche in merito all’inchiesta che ha coinvolto i vertici toscani di Anas.
La mozione impegna infine direttamente il presidente Enrico Rossi a “dare mandato all’avvocatura regionale per valutare quali siano le modalità più efficaci per tutelare la comunità toscana, anche attraverso la promozione di una class action” e a “costituirsi parte civile nei procedimenti giudiziari che dovessero aprirsi”.