forestali.jpg
Agricoltura, Caccia e Pesca - 09/09/2015 17:29

Forestali: Regione eroga tre milioni subito

L’assessore Marco Remaschi risponde ad un’interrogazione del gruppo Sì–Toscana a sinistra. “Le rimanenti risorse per il 2015, regolarmente previste dal bilancio, saranno distribuite nel rispetto del patto di stabilità”

Firenze –“La necessità finanziaria netta complessiva ammonta a undici milioni e 200mila euro. Ad oggi sono state impegnate e liquidate tre tranche pari a circa il 27 per cento. Le somme ancora da erogare ammontano a poco più di otto milioni e 174mila Euro”. “All’Unione dei Comuni dell’Amiata grossetana compete, al netto degli introiti di gestione, circa il 4 per cento del fabbisogno 2015, pari a 470mila 500 euro. Ad oggi sono stati assegnati 120.605 euro, il 25 per cento del totale”. “La Regione ha deciso di procedere immediatamente all’erogazione di una ulteriore tranche di finanziamento per circa tre milioni. Le rimanenti risorse per il 2015, regolarmente previste dal bilancio, saranno distribuite nel rispetto del patto di stabilità”. Così l’assessore all’Agricoltura Marco Remaschi ha risposto ad un’interrogazione del Gruppo Sì–Toscana a sinistra in merito alla situazione degli operai forestali, in particolare quelli amiatini che vantano arretrati di mesi. Secondo quanto riferito da Remaschi, in un momento di “effettiva difficoltà per tutti gli Enti, l’Unione dei Comuni dell’Amiata grossetana risulterebbe l’unico con problemi di grave ritardo nell’erogazione delle paghe ai forestali”. Considerati gli oltre otto milioni di ettari boscati presenti in Toscana che ne fanno una “regione unica” e visto il “nostro interesse per la tutela di questo elemento fondamentale del paesaggio”, l’assessore ha comunicato che nell’ottica di una “ricerca condivisa di nuove forme di gestione, di finanziamento e di erogazione delle risorse, è in programma un incontro con i rappresentanti delle organizzazioni sindacali e tutti i soggetti interessati per affrontare le problematiche relative al complesso mondo della forestazione”.
Soddisfazione per la risposta dell’assessore è stata manifestata dal consigliere Paolo Sarti: “Dispiace – ha comunque rilevato – che gli operai abbiano dovuto scioperare per chiedere attenzione. Mi auguro che la programmazione futura sia migliore”.