terme.jpg
Economia e Imprese - 29/07/2015 13:54

Terme di Montecatini: fratoni, la Regione uscirà dalla gestione

L’assessore all'Ambiente Fratoni risponde ad un’interrogazione dei consiglieri della Lega Nord Vescovi, Montemagni e Alberti. Il piano di razionalizzazione delle società e delle partecipazioni societarie, previsto dalla legge di stabilità, indicherà le modalità specifiche

Firenze – “Sarà con il piano di razionalizzazione delle società e delle partecipazioni societarie, previsto dalla legge di stabilità per il 2015, che saranno individuati gli interventi specifici per ogni situazione particolare. L’intenzione finora esplicitata dalla Regione è quella di uscire dalla gestione delle società partecipate, affidando le stesse a privati imprenditori e garantire tutto il sostegno possibile per la valorizzazione del patrimonio, in considerazione del ruolo strategico di volano dello sviluppo locale”. Lo ha dichiarato l’assessore all'Ambiente Federica Fratoni, rispondendo ad un’interrogazione dei consiglieri Manuel Vescovi, Elisa Montemagni e Jacopo Alberti (Lega Nord) sul sistema termale toscano e, in particolare, sulle terme di Montecatini.
“Il ruolo strategico del sistema termale è confermato anche dal testo dell’interrogazione – ha aggiunto Fratoni – quando si afferma che la Toscana presenta ancora discreti flussi turistici, per cui occorre lavorare a un serio rilancio commerciale ed economico”.
 

L’assessore ha precisato che gli aumenti di capitale delle società partecipate, fatti recentemente dalla Regione, sono finalizzati espressamente al rilancio ed alla valorizzazione delle strutture, tanto da essere vincolati e monitorati periodicamente con il piano straordinario degli investimenti. La nomina degli amministratori delle terme partecipate, inoltre, spetta all’assemblea dei soci, quindi congiuntamente da Regione e Comune, con l’eccezione di Terme Montecatini spa, dove per statuto, la designazione dell’amministratore unico deve essere fatta dal presidente della Giunta regionale. La scelta dei consulenti di qualunque tipo, infine, è assoluta competenza dell’organo amministrativo.
Il consigliere Manuel Vescovi si è dichiarato soddisfatto della risposta.