servizi_pubblici.jpg
Istituti di Garanzia - 19/03/2015 17:46

Ospedale Volterra: assistenza pediatrica, interviene il Difensore civico regionale

Lucia Franchini scrive all’assessore Marroni e al dottor Damone dell’azienda Usl 5 di Pisa: “Situazione critica”. Adesione alla richiesta del sindaco Buselli per la reperibilità notturna e nei festivi. Appello specifico a Marroni per tutto il territorio

Firenze – “Sono a scrivervi una lettera per invitarvi a intervenire sulla situazione critica dell’ospedale di Volterra per quanto riguarda il problema dell’assistenza pediatrica”. Così inizia la lettera che il Difensore Civico della Regione Toscana, Lucia Franchini, ha scritto all’assessore al diritto alla Salute Luigi Marroni e al direttore generale dell’azienda Usl 5 di Pisa, Rocco Damone.
“Prendiamo atto della risposta rassicurante del Presidente della Regione Rossi al Sindaco di Volterra, in merito all’organizzazione e l’efficacia del servizio messo in atto in questa zona durante i recenti episodi critici – continua la missiva - Va comunque ricordato che si sono rivolti ai nostri uffici, anche in passato, singoli cittadini denunciando la mancata possibilità di assistenza pediatrica nell’Ospedale di Volterra e credo che il problema vada comunque affrontato, per rassicurare i cittadini che vivono in queste zone in merito alla qualità delle prestazioni offerte dal nostro sistema sanitario”.
Il Difensore Civico tiene inoltre a sottolineare “che la reperibilità pediatrica nell’ospedale di Volterra di notte e nei festivi sarebbe un motivo di maggiore sicurezza chi vive in questi territori, visto che la distanza tra gli ospedali di Volterra e Pontedera è di oltre 40 chilometri, su strade non sempre di facile percorribilità”.
La lettera si chiude con l’adesione di Lucia Franchini “all’appello avanzato dal Sindaco di Volterra Marco Buselli, che ci ha scritto, per affrontare la questione relativa alla reperibilità pediatrica nei notturni e nei festivi all’ospedale di Volterra”. Un appello che il Difensore Civico rivolge direttamente all’assessore Marroni “perché ponga la sua attenzione anche a tutti i territori toscani dove possono verificarsi situazioni di criticità nell’assistenza pediatrica”.