Agricoltura, Caccia e Pesca - 17/03/2015 18:50

Agricoltura: via libera a bilancio Artea 2013

La delibera è stata approvata a maggioranza con i voti contrari del centrodestra

Firenze – Via libera a maggioranza al bilancio di esercizio 2013 di Artea, l’Agenzia regionale per le erogazioni in agricoltura, con i voti del centrosinistra e il voto contrario del centrodestra.
Artea, secondo quanto si legge nella delibera, ha rispettato le disposizioni di contenimento delle spese previste dalla legge regionale 65/2010 svolgendo la funzione di organismo pagatore dei fondi comunitari e di organismo intermedio riconosciuto dall’Unione Europea. Tecnicamente il bilancio di esercizio 2013 si è chiuso con una perdita di 98 mila 317 euro che sarà coperta attingendo ai fondi di riserva e in particolare alla voce “altre riserve” che ammonta ad oltre 164 mila euro. In ogni caso, oltre a rispettare le disposizioni di contenimento delle spese, Artea ha anche rispettato le disposizioni contenute nella delibera 279/2013. Il collegio dei sindaci revisori ha accertato la conformità del bilancio di esercizio alle norme che regolano la materia.
Ad illustrare il testo in Aula consiliare è stato Loris Rossetti, Pd, presidente della commissione Agricoltura, che ha messo in evidenzia sia le funzioni di organismo pagatore, evidenziando che l’agenzia ha erogato nel 2013 fondi europei relativamente ai piani Feaga e Feasr, sia quelle di organismo intermedio gestendo i fondi comunitari Por Creo, Par Fas per le aree sottoutilizzate e Fep per quano concerne la pesca. Rossetti ha evidenziato anche che Artea ha gestito pure il piano agricolo forestale. Nel complesso Rossetti ha messo in evidenza che l’agenzia gestisce svariati fondi europei e non liquida solo contributi in agricoltura ma anche in settori affini.
 

Giudizi politici negativi sono stati espressi da Claudio Marignani di Forza Italia e da Roberto Giuseppe Benedetti del Nuovo Centrodestra. Il primo, che è anche vicepresidente della commissione Agricoltura, ha criticato l’impostazione di Artea pur elogiando il lavoro svolto dal personale. E motivazioni di ordine politico, pur sottolineando la grande quantità di lavoro fatto dall’agenzia, sono state addotte, nel suo giudizio critico, anche da Benedetti, che ha posto l’accento sul ruolo di Artea, definito “assessorato ombra” ed indicato come una struttura che si occupa di troppe cose e non solo di politiche agricole.
 

L’assessore regionale all’Agricoltura, Gianni Salvadori ha chiuso il dibattito ringraziando Rossetti per l’intervento, ma anche Marignani e Benedetti per aver riconosciuto il valore del lavoro svolto da Artea, sottolineando tuttavia che, negli ultimi anni, l’agenzia è passata da una gestione di emergenza a una gestione ordinaria che ne ha qualificato il ruolo, che nel prossimo futuro, secondo quanto affermato dall’assessore, sarà proiettato solo verso il mondo agricolo.