giovanisì.jpg
Economia e Imprese - 26/02/2015 15:34

GiovaniSì: indagine conoscitiva, bozza relazione finale votata all’unanimità

La commissione Sviluppo economico, presieduta da Rosanna Pugnalini, illustrerà i risultati nella seduta del Consiglio regionale di martedì 3 marzo. La relazione finale sarà accompagnata da una proposta di risoluzione

Firenze – La commissione Sviluppo economico, presieduta da Rosanna Pugnalini (Pd), ha approvato all’unanimità la bozza di relazione finale relativa all’indagine conoscitiva “sulle risorse impiegate, i risultati ottenuti e gli obiettivi raggiunti nell’ambito delle politiche regionali aventi ad oggetto la formazione e l’occupazione giovanile con particolare riguardo ai tirocini, all’apprendistato e al progetto GiovaniSì”. L’indagine era stata richiesta dalla portavoce dell’opposizione Stefania Fuscagni (Forza Italia).
“Anche se fatta in tempi ristretti”, ha detto la presidente Pugnalini, “l’indagine ha messo in evidenza risultati importanti e in gran parte positivi e rappresenta un resoconto assai utile su una delle iniziative centrali di questa legislatura. I risultati dell’indagine potranno essere completati con ulteriori dati, che al momento non sono ancora disponibili, così da orientare ulteriori politiche a favore dell’occupazione giovanile”.
Alla bozza finale di relazione si è giunti dopo una serie di sedute durante le quali i commissari hanno ascoltato gli assessori regionali alle Attività produttive, Gianfranco Simoncini, e alla Formazione, Emmanuele Bobbio, l’Irpet e le categorie economiche e sociali.
Le conclusioni saranno integrate con i suggerimenti emersi durante la discussione odierna, tra i quali la richiesta di valutare se sia possibile estendere i tirocini alle aziende artigiane che pur non avendo dipendenti abbiano però soci lavoratori e quella di capire quali tipologie di imprese siano nate con il sostegno del fondo di garanzia regionale, per valorizzare sempre di più i progetti ad alta innovazione tecnologica. Queste stesse osservazioni, insieme ad altre richieste di impegno alla Giunta regionale, troveranno spazio all’interno della proposta di risoluzione che accompagnerà la relazione finale che sarà presentata al Consiglio regionale nella prossima seduta di martedì 3 marzo.