difesa civica.jpg
Istituti di Garanzia - 03/02/2015 16:54

Difesa civica: Lucia Franchini confermata coordinatore nazionale

L’elezione unanime del difensore civico della Toscana si è svolta ieri a Roma. Resterà in carica per altri due anni. L’impegno per una legge quadro nazionale

Firenze – Lucia Franchini, difensore civico regionale della Toscana, è stata confermata all’unanimità, per i prossimi due anni, alla guida del Coordinamento nazionale dei Difensori civici delle Regioni e delle Province autonome. L’incarico è stato conferito ieri a Roma, durante la riunione del coordinamento nazionale dei Difensori civici regionali, che si è svolta durante la Conferenza dei presidenti dei Consigli regionali.
Lucia Franchini, nel presentare il suo programma, ha sottolineato la necessità di continuare nell’impegno per un maggiore coordinamento fra le varie realtà regionali, al fine di migliorare i servizi e contenere i costi.
In questo quadro, ha rilevato che è già stato creato un ufficio nazionale virtuale, a costo zero, a cui collaborano i vari uffici regionali della difesa civica, con la costituzione di un primo database sulle tematiche di tutela comuni a tutti i cittadini.
Il coordinatore nazionale ha quindi ricordato il successo riscosso dalla prima relazione nazionale sulla difesa civica che è stata presentata in Parlamento.
“L’impegno futuro sarà quello di lavorare insieme per promuovere una legge quadro che affermi l’importanza ed il ruolo della difesa civica nazionale, come già avviene negli altri paesi europei – ha affermato Lucia Franchini – Servirà anche a migliorare il rapporto tra società civile ed istituzioni, avviando una fase di avvicinamento crescente dei cittadini alla pubblica amministrazione”.