tren.jpg
Politica e Istituzioni, Trasporti e Infrastrutture - 14/01/2015 13:26

Linea Lucca-Firenze: ispezioni sui disservizi

L’assessore Ceccarelli risponde ad un’interrogazione di Giuseppe Del Carlo (Udc) sui reclami degli utenti. In tre anni 48 segnalazioni al numero verde regionale. Un programma mirato di controlli nel mese di gennaio

Firenze – “Sono stati attivati gli uffici competenti per attuare un programma mirato di ispezioni, da svolgersi nel mese di gennaio, per verificare proprio i disservizi segnalati”.
Così l’assessore Vincenzo Ceccarelli ha risposto ad un’interrogazione di Giuseppe Del Carlo (Udc) sulla linea direttissima Lucca Firenze, che segnalava i reclami degli utenti su ritardi, mezzi sporchi, cattivo funzionamento del riscaldamento, mancanza di una sala di attesa in largo Alinari.
L’assessore ha precisato che il servizio bus costituisce un’integrazione al servizio ferroviario, che prevede sulla linea 2 almeno due corse per ora in entrambe le direzioni, con ampia disponibilità di posti, specie in partenza da Lucca. Sono, inoltre, già stati acquistati 10 nuovi autobus, che saranno messi in servizio dal consorzio Vaibus tramite la componente CTT nord.
Ceccarelli ha quindi osservato che il numero verde regionale, che ha il compito di ricevere le segnalazioni degli utenti e veicolarle ai soggetti competenti, ha raccolto negli ultimi tre anni 48 segnalazioni relative alla linea direttissima Lucca-Firenze: 2 per affollamento; 1 per anticipi; 6 per carenza di servizio; 1 sul comportamento del personale; 4 su corse saltate; 5 sul funzionamento dei mezzi e delle attrezzature; 11 sulle informazioni alla clientela; 3 sulle modifiche al servizio; 2 sulla pulizia; 11 sui ritardi; 1 sulla sicurezza; 1 sui titoli di viaggio. Tali segnalazioni sono state inoltrate ai soggetti competenti e la società Vaibus è tenuta ad inviare alla Regione risposte esaurienti, che sono trasmesse all’utente ed alla Provincia di Lucca, competente per la gestione della linea, che può svolgere funzioni di vigilanza.
Più in generale sulla riforma del trasporto pubblico locale, l’assessore ha fatto il punto sulle procedure di gara per il lotto unico regionale, precisando che agli otto soggetti interessati alla concessione è stata inviata la lettera d’invito a presentare l’offerta entro il prossimo 16 febbraio 2015. Una volta conclusa la gara saranno immessi in servizio ulteriori nuovi bus.
“Il servizio di trasporto pubblico è regionale e la Regione deve intervenire – ha replicato Del Carlo – La linea non funziona e bisogna metterci le mani”.