elettrodotto_terna.jpg
Trasporti e Infrastrutture - 14/05/2014 15:59

Infrastrutture: stazione elettrica Savignano (Po), mozione chiede tavolo su conseguenze ambientali

L’assemblea toscana impegna la Giunta a cercare soluzioni ai dubbi manifestati da cittadini, agricoltori e allevatori

Firenze – I dubbi su possibili conseguenze ambientali della stazione elettrica progettata da Terna e localizzata tra Pozzino, Spicciano e Savignano (in provincia di Prato) al centro della mozione presentata dal consigliere Antonio Gambetta Vianna e votata dal Consiglio regionale.
 
Il testo impegna la Giunta a convocare un tavolo urgente tra il comitato che si è costituito, i cittadini, gli agricoltori, gli allevatori e i vertici aziendali di Terna per trovare soluzioni e risposte ai dubbi sollevati in merito a possibili conseguenze ambientali della centrale. Viste le grandi dimensioni (cubatura complessiva di 120mila mc, area interessata oltre 14mila mq con un fronte lungo di 162,80 metri e quello corto di 86,90, ossia più grande di un campo di calcio), il rischio paventato è un deturpamento del paesaggio e forti disagi ambientali.