Politica e Istituzioni - 13/01/2009 08:15

Ritardo trasferimento fondi a sostegno di affitti

La risposta dell’assessore alla Casa Eugenio Baronti all’interrogazione dei consiglieri di Sinistra Democratica Bruna Giovannini e Alessia Petraglia

Firenze – “Le risorse nazionali per il 2008 ammontano ad oltre 12milioni di Euro ed è già stato autorizzato l’accredito quale acconto per il riparto per un importo di oltre 9,5milioni”.
Così l’assessore regionale alla Casa Eugenio Baronti ha risposto all’interrogazione dei consiglieri di Sinistra Democratica Bruna Giovannini e Alessia Petraglia sul “ritardato trasferimento dei finanziamenti del Fondo sociale nazionale di sostegno agli affitti e gli interventi della Regione”.
L’interrogazione rivolta alla Giunta mirava a sapere “l’entità delle risorse del Fondo sociale per il 2009, i tempi che il Governo si è dato per l’attribuzione delle risorse alle regioni” ma anche se “in caso di ulteriori ritardi nella messa a disposizione delle risorse o nel caso di un sottodimensionamento del Fondo” l’Esecutivo toscano “intenda adottare provvedimenti speciali, con relativo aumento di risorse regionali, allo scopo di sostenere le famiglie rientranti nelle fasce svantaggiate e che si trovano nelle condizioni di non provvedere alla copertura completa degli affitti”.
Secondo quanto riferito da Baronti, la Giunta ha attivato misure specifiche chiedendo “un aumento di settore e passare da 4.5milioni ad oltre 6milioni di Euro per quanto concerne la quota integrativa regionale del Fondo”. Baronti ha comunque evidenziato che “da anni è evidente l’insufficienza del Fondo nazionale. In più sedi e a vari titoli sono state avanzate richieste per arrivare ad un aumento degli stanziamenti”. “A tutt’oggi – ha specificato - non abbiamo notizie in merito”.
Soddisfazione è stata espressa dal consigliere Giovannini che ha ipotizzato un intervento del Consiglio regionale sul Governo nazionale perché “nel corso del 2009 si lavori a variazioni di bilancio per aiutare tutte quelle famiglie che versano in condizioni di difficoltà”.